Bonus per l’acquisto di mobili confermato fino alla fine del 2016

Altri 12 mesi per il bonus su mobili e grandi elettrodomestici. Il disegno della legge di stabilità - approvato mercoledì dal Consiglio dei ministri - contiene la proroga per tutto il 2016 della detrazione del 50% sull’acquisto degli arredi, oltre alla conferma annunciata degli incentivi fiscali per l’efficienza energetica (65%) e per le ristrutturazioni (50%). Il prolungamento del bonus, chiesto più volte nelle scorse settimane dalle imprese del settore, non era tra le misure annunciate alla vigilia.

La nuova scadenza. La detrazione sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici viene prorogata fino al 31 dicembre 2016 senza alcuna modifica della sua disciplina. Continuerà a essere pari al 50%, diviso in 10 rate annuali e calcolato su una spesa massima di 10mila euro. Resta anche in vincolo di abbinare la detrazione sui mobili a quella sulle ristrutturazioni edilizie per un intervento che sia - come minimo - di manutenzione straordinaria. Ad esempio, chi rifà il bagno di casa e spende 8mila euro per arredare lo stesso bagno e la cucina, ha diritto a uno sconto dalle imposte di 400 euro all’anno per dieci anni.

COME SI OTTIENE
La detrazione arredi va abbinata ad un intervento di ristrutturazione edilizia, sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali. Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio permessi sono elencati nella circolare n. 29/E del 18 settembre 2013, quindi gli stessi che attualmente usufruiscono di una detrazione fiscale del 50% e che hanno un limite di spesa ammissibile pari a 96.000 euro.